Domotica #2: la mia casa è sicura? Risparmio? E quanto costa?

Il “cruscotto energetico”, ovvero la pagina dell’analisi dei consumi, attuali e in passato, delle varie parti della casa (es. pompa di calore, consumo generale della casa, linea frighi…), con la potenza e la produzione del fotovoltaico

La mia casa è davvero più sicura?

Se c’è una fuga di gas, una perdita d’acqua o un allagamento, un guasto elettrico o addirittura un black out, il sistema ti avvisa immediatamente. Se collegato all’impianto antifurto, ti segnala “movimenti sospetti”, sia all’interno che all’esterno.

Come mi avvisa il sistema?

Lo decidi tu: con un messaggio sul telefono, con un’email oppure con una chiamata.

Risparmio sulla luce e sul riscaldamento?

La domotica è fatta per controllare e ottimizzare i consumi, quindi sì, c’è un contenimento dei costi energetici.

Per esempio, in luoghi come cantine, corridoi, parti comuni, dove spesso lasciamo accesa la luce anche se non serve, dati dimostrano che con la domotica puoi risparmiare fino al 75% e fino al 30% sul riscaldamento controllando le varie stanze.

Il sistema domotico, inoltre, ti mostra sullo schermo i dati in tempo reale: con grafici e tabelle, vedi i tuoi consumi e puoi quantificare la spesa.

Quanto mi costa?

Al momento, non riesco a dirtelo. Nessuno può. Dipende dalle opere murarie di ogni edificio, dalla grandezza degli ambienti, dal numero degli impianti da collegare, dagli impianti già presenti…

Considera, però, che da quando, negli anni Ottanta, la domotica è nata, il costo di un sistema base è molto diminuito, grazie alla domanda crescente e alle tecnologie sempre più efficienti.

La domotica ha un costo, all’inizio, ma lo “recuperi” in fretta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *